In MenteIn Mente: notizie, informazioni e curiosità per il tempo libero. Open Souce, hi tec, hi fi, informatica, giochi, videogiochi, scienza, cultura, link utili. pubblicità

Videogiochi | Apple store | Elenchi telefonici on line | Programmi gratuiti | Radio on line | Sistemi operativi | Mame | Bsd | Windows | Mac | Linux | Ricerca nel WEB con ODP |  Notizie TLC e Hi-Tech | Operatori Web|

 

 

Pubblicità

160x600 Trova Offerte Autunno

Pubblicità


 


UMTS - Universal Mobile Telecommunications System

Spesso durante i numerosi bombardamenti pubblicitari di cui siamo vittime guardando quel diabolico strumento emettitore di immagini colorate, chiamato televisore, ci sarà capitato di captare il termine “UMTS”.

Molti, forse le leve più giovani, sapranno di cosa si sta parlando; però una piccola percentuale degli spettatori, che in modo succube assorbe milioni di informazioni, non sa minimamente nulla di tale vocabolo.

Cercheremo, quindi, di far luce su tale argomentazione in modo tecnico ma allo stesso modo semplice.

L' Universal Mobile Telecommunications System (per gli amici UMTS) può essere considerato un apparato evoluto del GSM ed è specificamente utilizzato nel campo della telefonia cellulare 3G.

La funzionalità della modalità UMTS si basa essenzialmente sullo standard W-CDMA che risulta essere molto più sviluppato, da un punto di vista tecnologico; infatti si dimostra molto più efficace nell'interfacciarsi in trasmissione per l'accesso radio al sistema.

Inoltre il W-CDMA è compatibile con lo standard 3GPP e può essere paragonato al sistema ITU di telefonia cellulare 3G, venendo considerato il suo perfetto corrispettivo europeo.

Questo nuovo ritrovato nel campo delle telecomunicazioni può essere considerato il successore del GSM, venendo collocato nella terza generazione di questa classe di tecnologie.

L'architettura utilizzata è quella appunto del GSM mentre il “mezzo” di interfaccia trasmissivo è il W-CDMA.

3GSM spesso è usato per riferirsi all'UMTS quando viene immesso sul mercato; tale sigla viene sfruttata per mettere in risalto la connessione tra il classico GSM e la tecnica 3G; proprio del GSM l'UMTS dovrebbe esserne il degno erede.

La “3”, attivata nel 2003 nel Regno Unito, fu la prima rete basata sull'UMTS, adottata a livello mondiale e creata unicamente per offrire ai propri clienti i servizi 3G.

Hutchison Whampoa è il gruppo proprietario della rete “3”; però essa non appartiene solo a tale gruppo ma anche ad altre compagnie che variarono a seconda dei luoghi in cui tale tecnologia venne diffusa.

L'elevata complementarità tra lo standard UMTS e quello GSM sta convincendo molti operatori di quest'ultimo ad utilizzare completamente il primo innovativo apparato di comunicazione.

In Austria, nel dicembre 2003, la T-Mobile lanciò l'UMTS, testandolo in Germani e nel Regno Unito.

Alcuni paesi come la Svezia, i Paesi Bassi e la Germania furono scelti per ospitare l'inizio dell''era UMTS da parte della compagnia della Vodafone nel febbraio del 2004.

Entro la fine del 2004 il provider della AT&T Wireless dei sistemi AMPS/TDMA/GSM dovette rendere attive reti UMTS in 4 grandi centri cittadini americani secondo gli accordi presi con la NTT DoCoMo ; la stessa azienda, in occasione del CTIA 2004, dichiarò che le sue reti 3G furono attivate “soltanto” a 1900 kb/s rispetto all'UMTS.

Anche le città di San Diego, Dallas, Seattle, Phoenix, San Francisco e Detroit hanno potuto usufruire dei benefici del nuovo ritrovato tecnologico di comunicazione UMTS grazie all'immissione sul mercato del sistema da parte della AT&T Wireless nel luglio 2004.

Il “vecchio” sistema GSM paragonato con la tecnologia UMTS risulta dinamicamente più lento dal punto di vista trasmissivo dei dati; ciò è dovuto all'utilizzazione di un accesso multiplo al canale di tipo W-CDMA che risulta efficientemente più evoluto dal punto di vista spettrale nei confronti del TDMA del GSM.

La preferenza dell'UMTS nei confronti dell'obsoleto GSM è dettata anche dall'utilizzo di evoluti schemi di modulazione numerica.

La massima velocità di trasferimento di dati raggiunta dall'UMTS, grazie al W-CDMA, si attesta sui 21 Mb/s (con HSDPA), nonostante gli utenti delle varie reti possono disporre di un transfer rate pari a 384 kbit/s attuabile per mezzo di dispositivi R99 mentre con dispositivi HSDPA tale valore può raggiungere 7.2 Mbit/s (ciò si verifica nelle connessioni in download).

Tale evoluzione trasmissiva consente l'attivazione, a favore degli utenti, di una variegata gamma di servizi a banda notevolmente più estesa (larga) rispetto al sistema GSM; inoltre l'UMTS sfrutta moltissimo le risorse multimediali.

Essenzialmente le risorse e i servizi accessibili agli utenti sono tre (ad esempio per la rete UMTS diramata in Italia): videochiamata/videoconferenza, trasmissione dati a pacchetto e voce o fonia.

Per quanto riguarda il campo trasmissivo dati, ci si riferisce a immagini digitali inerenti a foto e ad MMS o comunque qualsiasi altra tipologia che supporta connessione ad Internet e navigazione in rete.

Ognuno di questi servizi può sfruttare un determinato transfer rate; ad esempio sono previsti 348kb/s per le trasmissioni di dati, 64 kb/s per la videoconferenza e 12,2 kb/s per la voce.

L'accesso al web e lo scarico delle suonerie, ad esempio, rientrano nella categoria della trasmissione dei dati.

Quindi il transfer rate di un sistema a canali multipli in HSCSD e i 14,4 kb/s di un unico canale GSM con correzione di errore risultano inferiori ai valori descritti precedentemente; perciò tramite l'UMTS si possono mettere in connessione i dispositivi mobili e il World Wide Web di Internet, il tutto a costi modici e accessibili a tutti.

Nella nostra penisola sono stati attivati anche, nel 2004, gli standard UMTS 2 e UMTS 2+ (si legge "2 plus"), ampliamenti del protocollo UMTS; UMTS 2+ e UMTS 2 sono operanti sulle reti UMTS, raggiungendo delle velocità, rispettivamente, di 3 Mb/s e 1,8 Mb/s.

Il GSM (conosciuto anche come 2G ovvero di seconda generazione) è il padre dei sistemi 3G; da esso (cioè dal 2G) si è sviluppato il GPRS, noto anche come 2.5G.

Quest'ultimo può funzionare anche associato al GSM e supporta un transfer-rate più evoluto del classico GSM; esso può raggiungere un valore massimo di 140,8 kb/s.

Odiernamente le performance delle reti UMTS sono state amplificate grazie all'ausilio dei protocolli

High-Speed Uplink Packet Access (HSUPA) e High-Speed Downlink Packet Access (HSDPA), consentendo alle stesse di raggiungere valori di velocità pari in upload a 7,2 Mb/s e in download a 14,4 Mb/s.

I servizi denominati a “banda larga mobile” sono un valido “surrogato” alle reti WiMAX e ai sistemi ADSL fissi di connessione; tale alternativa è possibile grazie alla realizzazione della tecnologia HSUPA, che ne migliora la velocità in fase di upload, e per mezzo dell'immissione sul mercato di prospetti di telefonia su base flat.

Nell'emisfero occidentale l'UMTS è ormai parte integrante del vivere comune mentre in nazioni, appartenenti al secondo e terzo mondo, tale tecnologia è ancora in fase di sviluppo.

L'evoluzione dell'UMTS è conosciuta col nome di LTE, o standard pre-4G, e a breve sul mercato verranno immessi i sistemi di 4° generazione.

Si stanno diffondendo anche molti dispositivi portatili in grado di sfruttare tecniche Wi-Fi e reti 3G; alcuni PC laptop hanno la capacità di poter commutare da una rete all'altra in base all'intensità alle risorse della stessa.

Inizialmente i sistemi 3G e le reti Wi-Fi venivano visti come antagonisti reciproci ma col passare del tempo gli esperti del campo si sono convinti che dalla loro collaborazione tecnologia si poteva ostacolare l'avanzare dello strapotere dello standard UMTS.

Però l'UMTS non è tutto rosa e fiori; infatti sussistono delle problematiche a cui i gestori di telecomunicazioni ancora devono trovare delle soluzioni per allungare la carica delle batterie dei dispositivi mobili e per rimuovere l'ostilità dei cittadini all'installazione di nuove antenne per via dell'aumento dell'inquinamento elettromagnetico.

Ashok Bulgarini


 

 

 

 
     

In mente

Manga

Freeware italiano

Videogiochi

Oroscopo

Open Directory License

Open Directory Project

ODP Social Contract

Radio

Elenchi telefonici on line

Crea i tuoi meta tag

Motori di ricerca

Ora esatta

Previsioni del tempo

Produttori software

Notizie apogeonline

Notizie microsoft

Cerca il CAP

Traduttore

VoIP

Wi-fi

Wireless

Bluetooth

Hd Ready e Full Hd

UMTS

Fiere informatiche

Modder

Rospa

Traduttori

Wikipedia

Browser

Link utili

Programmi

Network

Copyright e note legali

Network:

In Mente

Correre nel Verde

Correrenelverdeonline

Corverde

Esserci

Ideale Sociale

Italian Global Project

Cnvnews

Cnvpress

Mediawebnews

Correrenelverde.org

Correrenelverde.net

Link esterni

Scarica gratis la nostra rivista

Rivista 2008

Rivista 2007

Rivista 2006

Pubblicità

Pubblicità

clicca questo box e leggi le notizie di Correrenelverdeonline!

Clicca qui!

leggi o scarica gratis la nostra rivista mensile Correre nel verde